La presentazione, condotta da Angelo Tartuferi, curatore del Dipartimento scientifico della Galleria dell'Accademia di Firenze e dai restauratori Manola Bernini e Alberto Dimuccio, verte sulla "Trinità" del Maestro del 1419. Il dipinto, di grande impatto emotivo, è pervenuto nelle collezioni del museo dalla Certosa del Galluzzo. Il Maestro del 1419 è uno degli artisti più originali del panorama della...

Per il secondo appuntamento di 'Voci fiorentine - seconda edizione', Arturo Galansino, Direttore Generale di Palazzo Strozzi, propone il tema dell’Incoronazione della Vergine, iconografia ben rappresentata nelle raccolte di fondi oro della Galleria, con focus sulla tavola di Iacopo di Cione, Niccolò di Tommaso e Simone di Lapo.   ...

La Galleria Nazionale dell’Umbria, che ha sede nel Palazzo dei Priori di Perugia, ospita una ricca e tipologicamente variegata raccolta della produzione artistica sviluppatasi tra XIII e XVI secolo in Umbria e nell’Italia centrale, estendendosi poi, cronologicamente, fino al XIX secolo. Si spazia dai dipinti su tavola, tela e affreschi, alle sculture in legno e in pietra, dalle oreficerie alle...

  Quinto appuntamento con Recenti Restauri per presentare il lavoro svolto sull'Annunciazione di Neri di Bicci. Il consolidamento della superficie pittorica e l’attenta pulitura hanno consentito il pieno recupero di questa pala d’altare luminosa e ornatissima, commissionata al prolifico artista nel 1464, al culmine della sua carriera, confermandone l’alta padronanza tecnico-artigianale coltivata all’interno di una delle più rinomate dinastie artistiche fiorentine.   ...

  Tomaso Montanari, Professore di Storia dell’arte moderna all’Università degli studi di Napoli “Federico II” propone al pubblico la sua lettura del Compianto di Cristo di Santi di Tito, opera degli anni Novanta del Cinquecento proveniente dalla Cappella della Fortezza da Basso. Nel dipinto compare, fra i santi Giovanni Battista e Caterina d’Alessandria, il vivace ritratto del committente, lo spagnolo Hernan...

Restauratori: Lucia e Andrea Dori Curatore Dipartimento: Angelo Tartuferi L’opera, eseguita nel 1430 circa, è la più importante del nucleo cospicuo dell’artista appartenente alle collezioni del museo - che ha organizzato un’importante mostra a lui dedicata nel 2016 -, per la quale è stata splendidamente recuperata nei suoi notevoli valori cromatici e negli aspetti di squisita raffinatezza esecutiva.   ...